Secondi Piatti

CUCINA TIPICA MARCHIGIANA- IL CONIGLIO IN “PORCHETTA”

resized_2013-10-27 21.45.38picasa

Questo secondo piatto, insieme al “pollo in potacchio”, è una tipicità della cucina contadina marchigiana.
Ormai raramente si trova chi lo cucina proprio come una volta, quando cioè si mettevano nel ripieno anche le cotenne di maiale , lessate a lungo e tritate.
Si scioglievano in bocca e davano quel tocco particolare che insieme al finocchietto selvatico, rendevano unico il nostro piatto.
Sono importanti anche gli ingredienti, che siano di qualità, io per esempio, preparo questa specialità unicamente se trovo i conigli nostrani, in campagna dove mi rifornisco anche di verdure e frutta di stagione.
Voglio condividere con voi la ricetta del coniglio “in porchetta” originale, cosi’ come mi è stata insegnata da mia suocera, che in cucina, e in special modo in quella tipica, era davvero impareggiabile.

INGREDIENTI
Un coniglio di circa 1 kg e mezzo

per il ripieno

resized_2013-10-27 07.58.14picasa

1 salsiccia di maiale
200 gr di carne di manzo macinata
2 cucchiai di grattugiato
2 uova
200 gr di cotenna di maiale ( facoltativa)
2 cucchiai di olive denocciolate
il succo di mezzo limone
100 gr di pane grattugiato
un mazzetto di erbe mediterrannee composto da :
finocchio selvatico ( possibilmente fresco)
1 rametto di rosmarino, salvia e timo
3-4 spicchi d’aglio
1 bicchiere d
olio extravergine d oliva
sale e pepe

PREPARAZIONE

Prepariamo prima di tutto quello che diventerà il ripieno del coniglio:
prendiamo una terrina e incorporiamo gli ingredienti
la carne macinata, la salsiccia, le uova, il pane ed il grattugiati, 2 spicchi di aglio tritati finemente,
le olive tagliate a rondelle, la cotenna ( che avremo lessato per almeno 1 ora e mezzo, o almeno fino a quando sia diventata morbida ) e il finocchietto selvatico tritato , saliamo ed aggiungiamo una bella spolverata di pepe nero.
Con questo composto, ben amalgamato farciamo il coniglio, che naturalmente lasceremo intero ( ma che avremo lavato, asciugato e al quale avremo tolto le interiora ) dopo averlo salato e pepato, cerchiamo di distribuire bene il ripieno all’ interno e richiudiamo fissando la pelle con degli stecchini, così da non far uscire il ripieno durante la cottura.
Sistemiamo il coniglio in una teglia da , insaporiamolo con sale, pepe, aglio tritato, le erbe mediterranee: rosmarino, salvia e timo.
Incorporiamo l’olio e bagniamo con del vino e il succo di limone.
Accendiamo il forno a 220° e una volta caldo, inforniamo e cuociamo per circa 1 ora e mezzo, giriamolo a metà cottura e irroriamolo con il suo succo ogni tanto, così da far prendere bene il sapore bene e non farlo seccare.

I CONSIGLI DELLA MAMMA

Servitelo caldo, e magari accompagnato da patate arrosto ed mista.
Portate in tavola un bel vino Rosso corposo, un nostro Rosso Conero, un Merlot, molto adatto ad accompagnare carni arrosto e selvaggina, o un Cabernet .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>