Dolci

CUCINA TIPICA MARCHIGIANA – GLI SCIUGHETTI DI MOSTO-

resized_PA140036picasaSCIUGHETTI DI MOSTO

Gli sciughetti di mosto sono un piatto tipico regionale marchigiano che abitualmente si consuma in Autunno , sopratutto in tempo di vendemmia.
Infatti il mosto altro non è che il liquido formato dalla pigiatura dell’uva .
Facendolo bollire, il mosto si addolcisce e con questo siero dolce si possono fare svariate specialità della nostra cucina.
Tra queste una che particolarmente preparo con piacere sono gli “sciughetti” il risultato finale è di una polentina dolce, cremosa dal sapore delicato se fatta solo con farina di frumento , un pò più deciso se con aggiunta di farina di mais, arricchita con o mandorle e uvetta passita, a vostro piacimento.

Una volta in campagna si aspettava con trepidazione la sera , dopo la vendemmia che le donne preparassero questa leccornia , l’odore dell’uva cotta si spandeva in tutta la casa e nei grandi paioli bolliva il mosto, si facevano molti piatti di sciughetti che si conservavano per parecchi giorni, al fresco delle stanze buie coperti da tovaglioli candidi, ‘ho imparato a fare gli sciughetti da mia suocera che era impareggiabile nel prepararli con mandorle e noci .

resized_PA140040picasa

Adesso cerchiamo di fare questa specialita’ insieme.
Se non trovate il mosto (si trova nelle cantine o anche in campagna ) si può fare anche in casa .
Esempio io per fare mezzo litro di mosto compro circa 1,kg e300 gr di uva bianca o nera non importa, metto nel passaverdura i chicchi sgranati li spremo e cosi’ ne raccolgo il liquido in una pentola.
Si fa bollire per 20 minuti a fuoco basso e poi si toglie la schiuma che si forma in superficie, la quantità di liquido si riduce della meta’ una volta bollito e poi è pronto per essere usato.

Ingredienti per circa tre piatti di sciughetti
resized_PA120013picasa

  • 1 litro di mosto
  • 150 gr farina tipo 00 (oppure 80 gr di farina di mais e 80 di frumento)
  • noci, mezzo kg
  • mandorle tostate, 300gr

Procedimento

Il procedimento è simile a quello della polenta
Si prende il mosto, che già avrete fatto bollire, e fuori dal fuoco, a freddo, si incorpora piano piano la farina mescolando con un cucchiaio di legno , o meglio una frusta, per non fare grumi.
Ora si mette sul fuoco bassissimo e si continua a mescolare per almeno 15 minuti. Ora incorporate anche i gherigli di noce, spezzettati o le mandorle tritate grossolanamente , amalgamate bene per altri 10 minuti e spegnete.
resized_PA120019picasa
Versate subito nei piatti piani o nelle terrine e fate raffreddare prima di consumarli .

IL CONSIGLIO DELLA MAMMA

Con gli sciughetti, il massimo dell’abbinamento, è il VINO DI VISCIOLA un vino Rosso, tipico delle nostre parti, dolce da dessert, fatto con le nostre visciole (le marasche) che sono piccole ciliegie selvatiche.
In mancanza di questo nettare, va bene anche un vino liquoroso, un Marsala, o anche un più internazionale Porto o un Madeira.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>